Le 1000 e una idee per riutilizzare il Cous Cous

Andiamo insieme alla scoperta dei molteplici modi per salvare il cous cous dallo spreco alimentare!

Chi non ha mai assaggiato un buon piatto di cous cous? Magari servito nella sua variante estiva a mo’ di insalata di riso! Immaginiamo nessuno…

800px-Couscous_of_Fes

 

Il cous cous è un piatto formato da granelli di frumento cotti al vapore ai quali si può aggiungere pressoché tutto: in primo luogo chiaramente verdure, carne e pesce. E’ una pietanza originaria del Nord Africa – dove tutt’oggi resta il piatto nazionale di numerosi paesi tanto che in alcuni è conosciuto semplicemente con la parola araba “cibo” – e di alcune zone del bacino mediterraneo.

Si è storicamente diffuso in varie zone del medio oriente, dell’Asia del sud e anche dell’Europa. In seguito alla globalizzazione dei costumi alimentari e grazie alla sua versatilità, ha invaso le cucine di tutto il mondo e non è assolutamente raro vederlo offerto nei buffet degli aperitivi o portato nelle cene tra amici anche alle nostre latitudini e oltre. Con la sua diffusione si sono anche moltiplicate le sue varianti, tra le quali anche alcune che lo rendono dolce!

Più un cibo si diffonde, più, purtroppo, aumentano le occasioni durante le quali viene sprecato e anche il cous cous sfortunatamente incorre spesso in questo triste destino. Tutti noi possiamo fare qualcosa per evitare che questo accada! Vediamo allora quali possono essere le idee per riutilizzarlo sia quando è già condito che quando è ancora “bianco”.

cous-cous

Quando è già stato condito, la prima e più intuitiva possibilità di riutilizzo è quella di saltarlo in padella con un filo d’olio e, magari, l’aggiunta di qualche ingrediente per arricchirlo ancora di più.

Quando è stato solo cotto al vapore ed è quindi ancora bianco, dato il suo sapore neutro e la sua consistenza, può essere facilmente utilizzato come accompagnamento di altri piatti, sia salati – prendendo il posto del pane e del riso bianco – che, qualcuno azzarda, come componente di piatti dolci – la mattina, per esempio, nel latte o nello yogurt al posto dei cereali, magari accompagnato con della frutta secca.

Sia ancora bianco che già condito, invece, può essere utilizzato come ingrediente principale nell’impasto di tortini – come questo a base di ceci – frittelle – come queste con la feta – frittate – come questa al salamino piccante – torte salate – come questa al formaggio – numerose tipologie di polpette – come queste alle verdure o vegane  e chi più ne ha più ne metta! Chiaramente se è già stato condito ci sarà meno bisogno o non ci sarà proprio bisogno dell’aggiunta di altri ingredienti.

PicMonkey Collage1

Al di là di questi consigli, vale sempre la regola aurea per il riutilizzo degli alimenti: liberiamo la nostra creatività e immaginazione! Troveremo sicuramente un modo sfizioso per dare loro nuova vita…

Insomma non abbiamo più scuse per non salvare del buon cous cous dallo spreco alimentare!

E voi siete degli amanti del cous cous? Avete qualche altra ricetta per cucinarlo? Ma soprattutto sapreste consigliare altre idee per riutilizzarlo una volta cucinato? Condividetele pure qui nei commenti o nelle nostre pagine social (Facebook e Twitter)!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>