Disco Soupe Firenze

Ormai lavoriamo sul territorio da anni. Ma Disco Soupe Firenze chi è? Cosa fa? Ecco una presentazione ufficiale

Chi siamo?

Disco Soupe Firenze nasce nel 2017, grazie a un incontro durante la prima minuscola disco soupe fiorentina che nel 2016 SenzaSpreco aveva organizzato su invito de La Scena Muta durante il Florence Folks Festival.
A dar vita a questo progetto sono persone che in SenzaSpreco e in dis.forme (associazione che promuove eventi sociali, artistici e formativi) e poi Valdisieve in Transizione  (città-area in transizione da Firenze al Mugello), avevano da tempo nel cassetto il desiderio di portare più stabilmente questo movimento sul proprio territorio.
Da quel momento si può dire che il desiderio è stato realizzato.

Maker:S,Date:2017-9-19,Ver:6,Lens:Kan03,Act:Lar02,E-Y

Ma cos’è una Disco Soupe?

Anche se ne abbiamo già parlato in precedenza, facciamo un ripassino. Disco Soupe è un movimento che mette al centro la sensibilizzazione contro lo spreco alimentare con due ingredienti fondamentali: Disco ovvero cucinare insieme divertendosi a ritmo di musica; e Soupe, che sia zuppa o frullato l’importante è che sia fatta con frutta e verdura che altrimenti sarebbero state sprecate.

Il 2012 è l’anno decisivo per la Disco Soupe come la conosciamo oggi. A Berlino, la chiamano Schinippel Disko e viene organizzata da Slow Food Youth Deutschland. Poco dopo Les Mutins la organizzano a Parigi, dove nasce un vero e proprio movimento Disco Soupe. Sempre a Parigi, partecipa a Feeding the 5000 all’Hôtel de Ville. Nel 2013 esce da Parigi, e partendo da Rennes il movimento si diffonde in più di 50 città.

Dal 2014 il movimento prende piede in più di altri 20 paesi, Grecia, Regno Unito, Spagna, Corea del Sud, Pesi Bassi, Kazakhstan, Brasile, Stati Uniti, Canada, Italia e molti altri.

Già nel 2009 Tristram Stuart, uno dei maggiori attivisti europei su questo tema, aveva lanciato a Trafalgar Square, Londra Feeding the 5000, una campagna contro lo spreco alimentare offrendo a 5.000 persone curry, frullati e molto altro prodotti con alimenti salvati dallo spreco. Da allora Tristram e Feedback diffondono questi eventi in tutto il mondo. Incluso in Italia, dove SenzaSpreco l’ha incontrato quando era ospite all’evento di Milano.

Da allora il movimento si è diffuso in tutto il mondo, anche attraverso l’azione dello Slow Food Youth Network, ma in altre zone dell’Italia non si è consolidato.

cassette-_MG_6735

La nostra ricetta

Disco Soupe Firenze è andata oltre i disco-mmandements  andando a definire e consolidare nel tempo un approccio e una formula particolari, indipendenti, frutto delle esperienze, delle idee e dei valori di chi ne fa parte.
Quali sono le caratteristiche della nostra ricetta? Ecco gli ingredienti principali:

  •       di volta in volta collaboriamo con le associazioni ed enti del territorio in cui si svolge l’evento. Fare insieme il percorso di organizzazione dell’evento e di reperimento della fornituraè di per sé  un’azione di sensibilizzazione

  •       ci rivolgiamo a negozi, aziende e mercati più che alla grande distribuzione. Per noi è più importante coinvolgere il tessuto produttivo e commerciale locale con le persone che lo compongono. E mantenere un il legame con il paese o il quartiere dell’evento fa la differenza anche nella percezione del fenomeno dello spreco alimentare, rendendolo più incisivo e meno astratto

  •       l’evento inizia con la preparazione. Chi partecipa non è una persona volontaria che ci dà una mano, ma il pubblico stesso. Inoltre vedere quanto e cosa è stato recuperato è sempre di grande effetto, e permette di toccare con mano il fenomeno

  •       lavorare insieme, collaborare, condividere, scambiare conoscenze, idee, suggerimenti, pratiche senza che ci sia qualcuno che gerarchicamente insegna o dà ricette da implementare, valorizzando l’esperienza e la conoscenza diffusa e innescando quindi processi decisionali collettivi mai scontati

  •        tutte le persone possono partecipare. Il bello è che anche se non si è mai visto un carciofo o tagliato una patata è sempre possibile dare il proprio contributo al risultato finale

  •       non un’unica zuppa ma portate diverse. Sempre tenendo conto delle attrezzature (e fuochi) disponibili, per mostrare la varietà delle opzioni e valorizzare ogni ingrediente

  •       un’occasione conviviale, di festa e musica in cui cerchiamo sempre di invitare piccole band o dj della zona

Volete sapere cosa succede il giorno stesso? Seguiteci (info in fondo) e ci vediamo al prossimo evento! Intanto vi potete fare un’idea guardando Una zuppa contro lo spreco, il corto realizzato da Lorenzo Ci durante uno degli eventi.

bambina-_MG_7053

Ne abbiamo fatte di cotte e di crude

Molti sono gli eventi che abbiamo organizzato in questi anni.
La prima è stata nel 2017 al circolo Arci Casa del Popolo di Settignano (FI). L’abbiamo raccontata qui e qui o nel video-racconto fatto sempre dal Lorenzo Ci. Ci è piaciuta così tanto che abbiamo voluto decisamente proseguire su quel cammino.
L’abbiamo portata in posti nuovi o riportata in luoghi e a persone a cui era tanto piaciuta da voler ripetere più volte l’esperienza (ad esempio qui) .
Abbiamo avuto partecipanti internazionali o le classi di una scuola, che hanno seguito tutto il percorso dal recupero alla preparazione.
Ne abbiamo fatte nel centro di Firenze, o in piccole località con un migliaio di abitanti.
Di cotte e di crude non è un modo di dire. Le nostre Disco Soupe sono state preparate in forni, fuochi o fornelli, ma si sono anche trasformate in Disco Smoothie, frullati, spremute e centrifughe per scoprire spesso abbinamenti davvero inaspettati.

E abbiamo pure provato a portarla nelle cucine delle persone nell’obbligata versione online dell’era del Covid e sono venute fuori tante ricette interessanti che potete scoprire nel nostro articolo.
Per proseguire la nostra azione, non ci siamo comunque fermati davanti alle restrizioni che ci impediscono di organizzare un vero e proprio evento, e abbiamo in cantiere un progetto di Disco Soupe in scatola a domicilio, appunto una Disco Soupe Box.

Maker:S,Date:2017-9-19,Ver:6,Lens:Kan03,Act:Lar02,E-Y

Dicevamo, chi

Oltre alla squadra di Disco Soupe Firenze, tantissime sono le persone che sono coinvolte, di volta in volta diverse o l’importante e fondamentale zoccolo duro di coloro che ogni volta ci offrono il loro supporto per realizzare questi articolati eventi nei quali il lavoro da fare è sempre molto (Potete trovare informazioni,nomi, numeri, immagini nei post e negli album facebook di SenzaSpreco).

Tanta gente ha partecipato hanno recuperato, cucinato, mangiato e ballato, ricordando che nelle Disco Soupe non c’è un pubblico passivo, ma persone che sono parte attiva e integrante dell’evento. C’è chi ha partecipato una volta e chi ogni volta ci chiede quando sarà la prossima.

Le realtà, associazioni, scuole, GAS, Comuni, università, etc., che hanno invitato Disco Soupe Firenze e quelle con cui di volta in volta abbiamo collaborato sono molte, e con alcune di queste si sono consolidate relazioni al di là dell’evento.

Come dicevamo per noi è importante che la Disco Soupe sia legata territorio e comunità, quindi, oltre alle realtà con cui collaboriamo e a chi partecipa all’evento, tanti altri soggetti vengono attivati e coinvolti.

Per questo nel nostro cammino ci sono esercenti, aziende agricole, banchi di mercato, che ci hanno donato il loro prodotto che altrimenti sarebbe stato sprecato, e con cui, quando possibile, abbiamo parlato di spreco, di opportunità di ridurlo e di filiere più o meno sostenibili.

Uno degli ingredienti fondamentali è, poi, la musica. Infatti, tra DJ, gruppi o brass band molte persone hanno portato il ritmo necessario durante la preparazione o dopo il pasto, facendoci spaziare tra generi, strumenti e atmosfere molto diversi.

musica-_MG_6898

Infine, personaggi fondamentali, i chili di frutta, verdure, pagnotte e altri prodotti da forno che ogni volta recuperiamo e che ci permettono di parlare concretamente di questo fenomeno.

Perché le Disco Soupe sono occasione di riflessione, sensibilizzazione e discussione sul tema dello spreco alimentare e sulla necessità di cambiare il modo di affrontare le problematiche legate ai i rifiuti e al cambiamento climatico, proponendo soluzioni collettive. Ma sono anche momenti di azione, in cui si recuperano chili di prodotti alimentari ancora commestibili, dando un piccolo contributo al concreto contrasto al fenomeno.

Insomma, convivialità, collaborazione, musica, recupero, riflessione, azione, per offrire a tutti la possibilità di toccare con mano e gustare con bocca cosa, quanto e perché ogni giorno viene sprecato.

Alla prossima sarete con noi?
Volete organizzarne una insieme?
In ogni caso portate grembiule, coltello e tagliere!

 

Nell’attesa ci potete trovare online sul gruppo facebook di Disco Soupe Firenze, ma anche sui social di SenzaSpreco (FacebookInstagramTwitter) o Valdisieve in Transizione (FacebookInstagram) o scrivendoci a discosoupefirenze@gmail.com.
Per ricevere gli aggiornamenti iscrivetevi alla newsletter di SenzaSpreco nella home.